Trento
02 Marzo 2021 Aggiornato alle 15:56
Cronaca

Violenza sulle donne: 10 panchine rosse presidiano le ciclabili

Impossibile non notarle.Testimoniano la violenza contro le donne. Una targhetta con i numeri di telefono dove chiedere un aiuto
Credits © . Le panchine rosse sulle ciclabili
Le panchine rosse sulle ciclabili
Da qualche giorno 10 panchine rosse sono state installate lungo le principali piste ciclabili del Trentino: a Mezzocorona, Lavis, Mattarello, Borgo Sacco, Avio, Loppio, Linfano di Arco, Sarche, Canale di Pergine, Borgo Valsugana.
Prosegue anche in Trentino, da parte della Provincia e non solo, la campagna di sensibilizzazione per il contrasto e la prevenzione di ogni forma di violenza verso le donne. In Italia sono stati 112 i femminicidi nel 2020. Una decina da inizio anno. 
Grazie alla collaborazione del Consiglio delle Autonomie locali altre panchine saranno posizionate dai Comuni nei parchi e negli abitati. Sulle panchine un messaggio e una targhetta metallica che indica i numeri telefonici dei servizi di aiuto ai quali possono rivolgersi le donne in difficoltà :‘Se lui è violento, NON SEI SOLA. 112 Numero unico di emergenza. 1522 Numero antiviolenza e stalking”.

Il progetto nazionale "Panchina Rossa" è promosso dal movimento dagli Stati generali delle donne. L'iniziativa, nata nel 2014 dall'artista Karim Cherif in collaborazione con l'associazione Acmos e il Comune di Torino, punta a coinvolgere gli enti per installare sul proprio territorio o nella propria sede una panchina rossa, quale simbolo nazionale ed internazionale per sensibilizzare sul fenomeno della violenza maschile contro le donne. La Provincia di Trento ha aderito all'iniziativa, coinvolgendo i Comuni e il Consiglio delle autonomie locali.

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Cronaca