Trento
18 Maggio 2021 Aggiornato alle 13:46
Ambiente

Gli animalisti: "l'orsa DJ3 in Germania costretta in uno spazio limitato"

Intanto Oipa ed Enpa ricorrono al Consiglio di Stato per chiedere la liberazione di M57, negata dal TAR di Trento
Credits © parco della foresta Nera L'orsa DJ3
L'orsa DJ3
Enpa e Oipa hanno presentato al Consiglio di Stato il ricorso per l'annullamento della sentenza del Tar di Trento, previa la sospensiva negli effetti, con cui ha respinto la richiesta di libertà per l'orso M57. Il TAR si era espresso lo scorso 16 aprile.
Gli animalisti scrivono: 
"Il nostro è un impegno forte e doveroso nei confronti della popolazione ursina del Trentino cui viene negata quella politica di convivenza con le persone che è l'unica soluzione per questa dolorosa e ingiusta forma di ostilità che viene portata avanti nei confronti degli orsi".
A proposito del trasferimento in Germania di DJ3, assemblea Antispecista e Centro Sociale Bruno scrivono che l'orsa è stata trasferita nel parco di Worbis, in Turingia (una sede distaccata, distante 500 km da quello della Foresta Nera dove è presente anche Jurka) dove gli spazi a disposizione non sono quelli annunciati e dove gli animali sarebbero esposti al pubblico.

Osservando le immagini ricavate da satellite, secondo l'assemblea Antispecista, lo spazio a disposizione sarebbe di 3 ettari (ogni ettaro corrisponde circa a un campo da calcio) suddivisi fra 8 orsi, 6 lupi e 2 linci, ai quali ora si è aggiunta anche DJ3. 
Lo spazio a disposizione di ogni singolo animale sarebbe ancora più piccolo di quello in cui DJ3 ha vissuto nei 10 anni della sua cattività al Casteller di Trento, prima dell'arrivo di M57 e M49. 

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Ambiente