Trento
03 Dicembre 2021 Aggiornato alle 13:36
Cronaca

Levico, 56enne muore intossicato, si indaga per omicidio colposo

A nulla sono valsi i tentativi rianimarlo. L'allarme dai vicini. Resta da capire cosa esattamente abbia causato la morte dell'uomo
Credits © TgrTrento i vigili del fuoco sul luogo della tragedia
i vigili del fuoco sul luogo della tragedia
Un uomo è morto ieri sera a Levico in circostanze ancora da chiarire con certezza. 

Sandro Gabrielli, 56 anni, del posto, molto conosciuto (lavorava per il Progettone) è stato trovato riverso a terra nella sua abitazione, in vicolo delle Rocche, in centro storico, di fronte al vecchio cinema. Accanto a lui il cane che però si è salvato.

Una giornata, quella di ieri, cominciata con un forte odore di gas nella palazzina di vicolo delle Rocche, ci abitano tre nuclei familiari - la prima chiamata di segnalazione era partita in mattinata. Poi l'intervento dei tecnici riallertati, nel pomeriggio, perché quell'odore forte non era scomparso.

E' stato verso le 22 che gli inquilini, ancora allarmati dalle esalazioni si sono rivolti ai vigili del fuoco: tutti i residenti sono stati fatti evacuare ma all'appello mancava Sandro Gabrielli, al campanello del pianterreno non rispondeva.  

Sfondata la porta è stato ritrovato, come detto, privo di vita, inutili i tentativi per rianimarlo.


Sul posto i vigili del fuoco di Levico e i carabinieri di Borgo che dopo mezzanotte stavano cercando di capire da dove provenisse il monossido. Sul posto anche il sindaco di Levico Gianni Beretta che ha portato il cordoglio della comunità ai familiari della vittima.

A provocare la morte secondo una prima ricostruzione sarebbe stato il monossido di carbonio. Ma nel suo appartamento l'impianto di riscaldamento è elettrico, e ad energia elettrica è alimentato anche il boiler per l'acqua. In più, la vittima infatti non aveva stufe.

Che si sia trattato di monossido di carbonio o di cosa altro dovranno essere dunque le indagini in corso ad accertarlo, certo si tratta di una vicenda complessa e tutta da ricostruire.

La palazzina intanto rimane inagibile per questa vicenda ora affidata alla procura di Trento, che forse in giornata disporrà l'autopsia.


guarda il servizio di Cinzia Toller
watchfolder_TGR_TAA-TRENTO_WEB__Morto fuga gas Toller.mxf

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Cronaca