Trento
27 Maggio 2022 Aggiornato alle 17:28
Cronaca

Sette tonnellate di salumi sequestrati a Trento dai carabinieri di Parma

Per il titolare del salumificio una sanzione di mille euro per non aver etichettato i prodotti, del valore complessivo di 59mila euro
Credits © TgrTrento Sequestro di salumi in un'azienda trentina
Sequestro di salumi in un'azienda trentina
I carabinieri del Rac di Parma (reparto tutela agroalimentare) hanno ispezionato un salumificio con sede a Trento trovando 7 tonnellate di carni suine lavorate di dubbia provenienza, del valore complessivo di 59.000 euro.

I militari hanno sequestrato i salumi e hanno contestato al titolare la mancata etichettatura dei prodotti. Per lui una sanzione amministrativa di 1.000 euro.

Questo reparto speciale dei carabinieri è impegnato nel contrasto alle frodi attraverso attività d'ispezione nel corso delle varie fasi della produzione agroalimentare: dalla produzione primaria dei prodotti, alla trasformazione e distribuzione, fino al momento che precede la scelta del consumatore.

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Cronaca