Legami con la locale dell'ndrangheta in Trentino Alto Adige interdizione a Treviso

La decisione da parte del prefetto per la contiguità dell'impresa con la "locale" al centro delle inchieste della magistratura bolzanina nel 2020

Legami con la locale dell'ndrangheta in Trentino Alto Adige interdizione a Treviso
Prefettura di Treviso
La prefettura di Treviso

Ripercussioni anche in Veneto dell'attività della “locale” trentina dell'Ndrangheta. Il prefetto di Treviso, Angelo Sidoti, ha infatti emesso un’interdittiva antimafia nei confronti di una ditta individuale, con sede nella città veneta, operante nel settore del commercio di autovetture, autoveicoli leggeri e motoveicoli nuovi e usati.

Il provvedimento è stato adottato a seguito degli accertamenti, condotti dal Gruppo Interforze che opera in prefettura, che hanno permesso di appurare la contiguità del titolare della ditta con la “locale” di ‘ndrangheta operante in Trentino Alto Adige, segnatamente con riferimento all'operazione freelander del 2020 da parte dei magistrati di Bolzano.

L’adozione dell'interdittiva conferma la massima attenzione della prefettura e delle Forze di polizia nell’attività di prevenzione delle infiltrazioni della criminalità organizzata, a tutela della legalità nel tessuto economico trevigiano.