Trento
08 Dicembre 2019 Aggiornato alle 16:46
Cronaca

Al lavoro per ripulire i boschi della Vigolana, ancora disagi ai Frisanchi

Squadre di operai hanno tagliato e rimosso gli alberi pericolanti lungo la statale della Fricca. Ma si teme per l'arrivo di nuove piogge

Il vento è stato sicuramente meno meticoloso delle decine di operai che, dopo la furia del maltempo, hanno tagliato gli alberi pericolanti lungo la statale della Fricca, per poterla riaprire al traffico. Centinaia di tronchi sono stati abbattuti, i segni del maltempo sono difficili da nascondere, sulla Vigolana.

La sagoma del lago di Caldonazzo, riapparsa oltre lo squarcio nel bosco, è l'unica consolazione per gli occhi. Più su, ai Frisanchi, un generatore d'emergenza ha portato l'energia elettrica, in una zona piuttosto isolata, dove il vento è stato ancora più devastante.

Ancora paura, nei racconti dei residenti. Il sindaco dell'Altopiano della Vigolana, David Perazzoli, è ottimista sui tempi di recupero. Ma prima bisognerà resistere alle nuove piogge annunciate dalle previsioni meteorologiche. Precipitazioni che, a seconda dell'intensità, potrebbero provocare smottamenti nella terra già scossa nei giorni precedenti.

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altre foto da Cronaca