Trento
    27 Maggio 2019 Aggiornato alle 07:33

    Passo Rolle, i sabotaggi sono due

    Dopo la Ferrari, la conferma che era stata presa di mira anche la seggiovia Paradiso. Per i carabinieri anche questo gesto non avrebbe comunque compromesso la sicurezza degli sciatori

    E' confermato, le seggiovie danneggiate sono due, la Ferrari dove è stato tagliato uno dei sei trefoli che compongono la fasciatura e la Paradiso dove il sabotatore aveva iniziato ad inciderne uno ma forse - avvertendo di poter essere sorpreso ha desistito.
    Entrambi gli impianti sono della società San Martino Passo Rolle spa, nata nell'agosto di quest'anno.
    Proseguono le indagini su questa vicenda messa a segno proprio alla vigilia della riapertura, un sabotaggio che per i carabinieri di Cavalese che le conducono non avrebbe comunque compromesso la sicurezza degli sciatori. Al momento si confrontano i dati emersi dal sopralluogo, le testimonianze e le immagini riprese dalle telecamere in alcuni punti che potrebbero risultare strategici.
    Intanto Paolo Boninsegna direttore della Sitr Rolle, la società che gestiva gli impianti sino a luglio, ricorda due inquietanti episodi avvenuti nel passato. 
    Il primo - nell'estate 2015 quando venne appiccato fuoco alla casa che ospitava il personale delle seggiovie, il secondo nel 2016, ad inizio stagione: a fuoco andò il rifugio la baita alla partenza delle due seggiovie.
    "Pensavo ce l'avessero con me perchè in quel momento la società era stata messa in vendita - ha detto Boninsegna - ma ora non ho più parole".
     

    Potrebbero interessarti anche...

    Altri video da Cronaca