Trento
21 Ottobre 2019 Aggiornato alle 06:12
Cronaca

Bar Dolomiti, paura per il tentativo di rapina ma al lavoro come sempre

Arrestato un albanese di 42 anni. Il locale di corso Buonarroti a Trento ha riaperto all'indomani dell'aggressione subita dal titolare, minacciato con un'arma che poi si è scoperto essere giocattolo
di Alessandro Franzi

Aperto come ogni mattina: al bar ristorante Dolomiti di corso Buonarroti, a Trento, si servono caffè e aperitivi, ma non si parla che del tentativo di rapina subito martedì sera.

Il proprietario, Paolo Dal Pai, 57 anni, è rimasto a casa a riposare. Nella notte, è stato visitato e medicato nella notte all'ospedale Santa Chiara: nessuna conseguenza grave, ma tanta paura e la sensazione di essersi trovato in una situazione senza scampo, quando si è ritrovato un'arma - un giocattolo ma senza il tappo rosso - puntata alla tempia.
 
La Polizia ha arrestato un 42enne di origine albanese, accusato di rapina aggravata: l'uomo, intorno alle 18.30, è entrato nel locale come fosse un normale cliente e ha agito quasi subito. Il ristoratore ha però avuto la forza di disarmarlo, facendo nascere una colluttazione, durante la quale sarebbe stato sparato anche un colpo a salve. Poco dopo sono arrivati i poliziotti.

In questura, fino alla tarda serata, sono stati ascoltati la vittima (presa anche morsi nel tentativo dell'aggressore di divincolarsi) e i testimoni, fra cui l'unico avventore del bar ristorante e alcuni passanti, che hanno dato l'allarme tempestivamente.

Al Dolomiti molta solidarietà dei clienti, anche per la reazione del titolare del bar.
 

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Cronaca