Trento
11 Dicembre 2019 Aggiornato alle 10:17
Cronaca

112, a breve la geolocalizzazione degli utenti

A un anno e mezzo dalla partenza del numero unico i tempi di risposta vanno dai 4 ai 5 secondi

Risponde in 30 diverse lingue e con un'apposita app per i disabili sordi, la centrale unica di emergenza trentina: 20 operatori che dal 6 giugno 2017 filtrano le chiamate a forze dell'ordine, sanitari e vigili del fuoco.

Il numero europeo 1.1.2. che sostituisce insieme i vecchi 111, 113, 115 e 118 avrà a breve un'importante novità che farà la differenza: "un servizio che consentirà di geolocalizzare chi chiama, con una localizzazione che quindi non avrà più un raggio approssimativo ma sarà precisa" spiega Silvia Marchesi, della centrale unica.

Anno particolare, quello passato: 215.200 le chiamate gestite, con picchi che le hanno fatte schizzare da 500-mille a 6mila al giorno per l'alluvione a Moena e il maltempo di fine ottobre. "Si è riusciti a rispondere mantenendo tempi di risposta di 4-5 secondi grazie alla disponibilità del personale" racconta il dirigente responsabile Gianfranco Cesarini Sforza.

Il 40% delle chiamate che arrivano sono improprie. C'è chi chiede informazioni sulla viabilità, c'è chi fa perdere tempo prezioso ai soccorsi con gli scherzi, e non solo:" A tutti, genitori e nonni, diciamo che può chiamare l'emergenza anche un cellulare senza sim e spesso accade che anche dei bambini chiamino per sbaglio, magari mentre giocano col telefono".

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Cronaca