Trento
    26 Giugno 2019 Aggiornato alle 12:59
    Arte & Cultura

    Artaxy, la start up che combina pareti spoglie e opere d'arte

    Sulle grandi pareti bianche dell'atrio del DISI, Dipartimento di Ingegneria e Scienza dell'Informazione dell'Università di Povo, per qualche settimana saranno esposte le opere di Paolo Ober

    L'idea è semplice quanto originale: avete una parete spoglia, in uno spazio pubblico o anche privato e la volete abbellire con opere d'arte? 
    Artaxi, giovane start up creata da un gruppo di studenti dell'Università di Trento, è quel che fa per voi.  La piattaforma incrocia il bisogno di arredare con la voglia di mettersi in mostra - e magari di farsi acquistare - di artisti emergenti. E così per qualche settimana l'atrio del Dipartimento di Ingegneria e Scienza dell'Informazione dell'Università di Trento ospiterà le opere di Paolo Ober.
    Un AirB&B dell'arte -  come lo chiamano loro - che combina mondi apparentemente lontani come l'arte e l'informatica, perchè a ogni opera d'arte è collegato un codice di sicurezza.
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Arte & Cultura