Trento
20 Marzo 2019 Aggiornato alle 17:04

Protesta per i 140 lavoratori trentini dell'accoglienza

Pronto l'accordo di massima tra Diocesi e Provincia, ma i sindacati scendono in piazza per dipendenti del settore che perderanno un impiego da qui al 2020
di Elisa Dossi

Hanno in media tra i 25 ed i 30 anni: sono i 140 educatori, psicologi e docenti di italiano trentini che entro il 2020 perderanno il lavoro per via dei tagli al sistema dell'accoglienza. La protesta dei sindcati si è svolta a Trento in piazza Pasi, all'indomani dell'accordo di massima tra Diocesi e Provincia che aprirà le canoniche ai richiedenti asilo. I sindacati e le Comunità di Accoglienza, che pur plaudono all'iniziativa, chiedono l'istituzionalizzazione di posti di lavoro nel settore: "La politica non può delegare l'intera questione alla Chiesa e al volontariato" 

Potrebbero interessarti anche...

Altri video da Politica & Istituzioni