Trento
24 Ottobre 2019 Aggiornato alle 05:42
Società

Mandacarù, bottega da record. La festa per i 30 anni e i timori per i tagli

Il punto vendita di Trento è il primo in Italia della rete di Altromercato. Trent'anni per una delle storiche cooperative trentine: "Ma ora i tagli della Provincia ci preoccupano". Allo studio la nascita di una Fondazione per i progetti

Era il 1989 e un gruppo di trentini decise di dare vita a una cooperativa per volgere lo sguardo più lontano. Quella realtà, Mandacarù che oggi compie trent'anni, non solo è tra i soci fondatori della rete nazionale Altromercato, ma la sua bottega di Trento, in piazza di Fiera è la principale in Italia per volume di vendite. 

Un segno della vocazione alla solidarietà e al consumo critico. La presidente Pierantonia Sterlini: "C'è sempre maggior consapevolezza da parte della clientela che viene a consumare nelle nostre botteghe e sono persone che partecipano attivamente a tutte le attività di educazione".

Sono oltre 2500 i soci di Mandacarù, con 350 volontari, 14 dipendenti a tempo indeterminato e undici botteghe nel territorio provinciale. La cooperativa svolge anche il ruolo di fornitore - a pasticcerie o gelaterie - e realizza progetti di finanza solidale. 

Eppure, giurano i volontari, in trent'anni non c'è mai stato un momento così critico per la cooperazione. Fino a quest'anno erano oltre 500 le ore di educazione svolte nelle scuole, un'attività che ora i tagli provinciali mettono in pericolo. 
Una contromisura? Forse costituire una Fondazione, racconta Beatrice De Blasi responsabile educazione: "La linea sull'educazione allo sviluppo e alla cittadinanza globale purtroppo da questa giunta è stata tagliata perciò uno degli obiettivi sarà proprio questo, raccogliere fondi per questa attività".
 
 
 

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Società