Trento
26 Agosto 2019 Aggiornato alle 10:14
Politica & Istituzioni

Gazebo del Pd per dire no ai provvedimenti economici della giunta

Il più contestato, la reintroduzione dell'addizionale Irpef per le famiglie con reddito sotto i 20mila euro

Partito democratico trentino sul piede di guerra contro i provvedimenti economici annunciati dalla giunta Fugatti. Al centro, la scelta di reintrodurre l'addizionale Irpef per le famiglie con reddito sotto i 20mila euro, tolta dalle amministrazioni precedenti di centrosinistra. Secondo Lucia Maestri, un provvedimento che "farà entrare più tasse nelle casse della Provincia, prendendole però dalle tasche delle famiglie: fino a 200 euro all'anno".
E poi la questione dei finanziamenti statali per i danni del maltempo, cinque milioni di euro "persi per una dimenticanza della giunta".
L'efficacia del bonus bebè come incentivo alla natalità è contestata invece da Giorgio Tonini, che si dice per nulla contrario a un provvedimento introdotto per primo dal governo Renzi, positivo come contributo alle famiglie, "ma nessuno fa un figlio per avere 100 euro al mese per tre anni".
E infine la questione dello spoil system: la Giunta intende raddoppiare il numero dei dirigenti scelti per nomina diretta, oggi limitato al 10 per cento. "Una scelta molto discutibile", ha detto Tonini.

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Politica & Istituzioni