Trento
16 Settembre 2019 Aggiornato alle 08:54
Politica & Istituzioni

Consiglio provinciale, attese tre fumate bianche sulle nomine

Ok alle nomine attese da un anno: Fabio Biasi sarà Garante dei minori, Antonia Menghini confermata a Garante dei detenuti e Gianna Morandi diventa Difensore civico. Dalzocchio (Lega): "CI siamo venuti incontro"; Tonini (Pd): "Sono figure di garanzia"

Tre fumate bianche in vista al Consiglio Provinciale. All'ennesima riunione a porte chiuse dei capigruppo, la terza in due giorni, che ha provocato una lunga sospensione della seduta, maggioranza e opposizioni trovano l'accordo sulle nomine attese da quasi un anno.

Volti distesi al rientro in aula per i consiglieri, che hanno finalmente trovato la quadra. Mara Dalzocchio capogruppo leghista: "Abbiamo accettato gli impulsi delle minoranze, abbiamo proposto più nomi e nella rosa è stato scelto un nome che andava bene sia alla maggioranza che alle minoranze e si è concluso tutto positivamente"

Il nuovo difensore civico sarà una dirigente del Consiglio provinciale, Gianna Morandi, mentre il Garante dei detenuti resterà invariato con la conferma di Antonia Menghini.

Lo scontro più aspro sarebbe avvenuto invece sull'altro incarico, quello di Garante per i diritti dei minori. Alla fine l'ha spuntata Fabio Biasi, già Procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Trento. Soddisfatto Giorgio Tonini del Pd: "Noi ci siamo sforzati di fare in modo che alla fine l'accordo privilegiasse la qualità e cioé persone non di questa o quella appartenenza, ma di figure di cui i trentini si possono fidare"

Nel pomeriggio, il voto a scrutinio segreto: salvo colpi di scena arriverà la ratifica all'accordo più sospirato di questo inizio legislatura.

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Politica & Istituzioni