Trento
16 Settembre 2019 Aggiornato alle 08:54
Politica & Istituzioni

Conte Bis. Conzatti, Rossini e il "mal di fiducia"

La senatrice di Forza Italia non vota provocando la dura reazione di F.I. e Lega. La deputata autonomista vota a favore e fa arrabbiare il Patt


Scuote anche la politica trentina il voto di fiducia al governo Conte bis alla Camera e Senato.

In fibrillazione sono Forza Italia e autonomisti del Patt, che non hanno gradito le scelte dei loro rappresentanti in Parlamento. 

Sotto accusa, nel centro destra, la senatrice Donatella Conzatti, eletta tra le fila di Forza Italia, che contrariamente alle indicazioni del suo partito, che si è espresso per il voto contrario, ha scelto di non partecipare alla votazione, sottolineando - in una nota - di non poter trovarsi dalla stessa parte di coloro che professano democrazia illiberale e anti europeismo. 

Il coordinatore regionale del partito, Maurizio Perego parla di atto gravissimo. Chiederemo le dimissioni di Conzatti dal senato - spiega - altrimenti scatterà l'espulsione dal partito come del resto aveva preannunciato Berlusconi.

Durissima anche la posizione delle parlamentari trentine della Lega che chiedono le dimissioni della Conzatti per non apparire - scrivono - una traditrice del Trentino.

Malumori anche in casa autonomista dopo la decisione della deputata Emanuela Rossini di votare la fiducia nei confronti del Governo, nonostante Patt ed Svp avessero indicato l'astensione. Il segretario Simone Marchiori lo definisce un atto grave. Riunirà la Giunta del partito per esaminare la situazione. La sua decisione - dice - rischia di far perdere credibilità e centralità agli autonomisti".  
 

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Politica & Istituzioni