Trento
18 Ottobre 2019 Aggiornato alle 15:51
Arte & Cultura

L'incanto ritrovato del "Giardino dei Ciucioi" a Lavis

Conclusi i restauri, riapre il 22 settembre il giardino capolavoro fra architettura e fantasia. Ecco il calendario degli eventi

Prezioso e romantico con le sue mura merlate, i balconi pensili, un paesaggio verticale dall'architettura curiosa, che guarda all'oriente ma anche alla mitologia classica. Incastonato sul dosso che sovrasta l'abitato di Lavis il giardino Bortolotti, da tutti conosciuto come il "giardino dei ciucioi", delle cinciallegre, costo' al suo ideatore, Tommaso Bortolotti, uomo eclettico, 60mila fiorini a metà Ottocento.
Uno spettacolo per chi allora transitava da Lavis, che alimentava leggende di ogni tipo.  Misterioso, ingegnoso anche ora, completata la ristrutturazione. Torna visitabile con i suoi luoghi allegorici, il simbolismo, anche massonico, la città ideale con facciate, percorsi, scale monumentali, logge, persino una chiesa, un palazzo e un castello, ed anche un giardino, con serre, un sistema di raccolta e conservazione dell'acqua e climatizzazione invernale.  L'inaugurazione domenica 22 settembre, ma già dal 13 il giardino ospita una serie di eventi. 

IL CALENDARIO DEGLI EVENTI
Lo spettacolo di apertura avrà per protagonista venerdì 13 settembre alle 20.30 il gruppo “Like Floyd” con «LIKE THE WALL», un concerto-tributo ai Pink Floyd. Sul palco Claudio Torresani (batteria), Romano Benedetti (basso), Marcello Depaoli e Giacomo Gamberoni (tastiere), Gianluca Rossi e Nicola Pedron (chitarre Fender Stratocaster/voci), Andrea Debiasi (chitarra acustica/voce), Angel (sassofono/ percussioni), Elisa Olaizola, Giovanna Poletti, Efrem Chini e Catia Borgogno (voci).

Sabato 14 settembre, i riflettori si accenderanno alla stessa ora per illuminare la scena di un classico del repertorio operistico, «MADAMA BUTTERFLY» di Giacomo Puccini. Una produzione di "Associazione Aurona" farà rivivere ai piedi del giardino romantico la vicenda drammatica della giovane geisha Cio-cio-san, interpretata dal soprano Victoria Burneo Sanchez, e del suo amore tradito per il tenente Pinkerton della marina degli Stati Uniti, cui darà la voce il tenore Houari Lopez. Fra gli interpreti anche il mezzosprano Elena Serra (Suzuki) e, nel ruolo del console Sharpless, il baritono lavisano Walter Franceschini. Maestro concertatore e direttore Claudio Vadagnini, regia di Mirko Corradini.

La rassegna inaugurale programmata al "Teatro dei Ciucioi", che intende dare risalto ad alcune delle espressioni maggiormente qualitative del panorama musicale lavisano, proporrà nel tardo pomeriggio di domenica 15 settembre (si inizia alle ore 18.00) l’originale sfida musicale «ENNIO MORRICONE VS. JOHN WILLIAMS». Si tratta di un concerto della Banda Sociale di Lavis dedicato a due dei più importanti compositori di colonne sonore sulla scena internazionale. Il complesso bandistico diretto da Adriano Magagna eseguirà alcune delle loro composizioni più famose in una formula originale: a seguito di una battaglia musicale a colpi di colonne sonore, infatti, il pubblico sarà chiamato a decretare il vincitore tra Williams e Morricone e a scegliere il brano finale del concerto.

Giovedì 19 settembre un appuntamento organizzato presso l’attiguo Giardino “Elmar Taxis” in piazza Loreto dall’Associazione Culturale Lavisana che presenterà «IL SIGNORE DEL CASTELLO - La storia fantastica dei Ciucioi raccontata con il “Teatro di carta” Kamishbai». Si tratta di una forma di narrazione per immagini la cui origine è riconducibile ai templi buddisti del Giappone del XII secolo. La tecnica narrativa del Kamishibai si serve oggi di un teatrino di legno di misure ridotte nel quale il narratore inserisce le tavole con le immagini che raffigurano in sequenza la storia raccontata. Questa tecnica è stata recentemente rilanciata nelle biblioteche e nelle scuole elementari, giapponesi e non solo, per la sua originalità e per la capacità stabilire un forte coinvolgimento tra narratore e pubblico. L’appuntamento è fissato per le ore 17.00 e lo spettacolo sarà replicato, alla stessa ora, giovedì 26 e domenica 29 settembre. 

Si tornerà al “Teatro dei Ciucioi” venerdì 20 settembre per «NOTTI SPAZIALI. UNA COSMICA GIOSTRA D’AMORE», una serata di Osservazione delle stelle proposta in forma di spettacolo dalla Compagnia teatrale “La Burrasca” e dal Gruppo astronomico “Monti stellati”. Si tratta di una romantica piece teatrale con protagonisti l’attrice Maria Vittoria Barella e il musicista Diego Baruffaldi che svilupperà un intreccio di storie d’amore, attraverso (e oltre) il tempo e la leggenda. Una serata tra scienza e mito che potrà essere vissuta in due distinti momenti (alle ore 21.00 e alle 22.00) da gruppi di spettatori di massimo 20 persone munite di torcia o luce frontale.

 Sabato 21 settembre alle ore 20.30 sarà la volta di un’ospite musicale d’eccezione, il CORO DELLA SOSAT, che proporrà un tributo a tre cittadini lavisani che hanno ricoperto un ruolo di primo piano nel panorama culturale trentino, e non solo, del secolo scorso: i compositori e direttori di coro Camillo Dorigatti (1926 – 1987) e Camillo Moser (1932 - 1985) e  lo scrittore, poeta e commediografo Italo Varner (1922 - 1992). Certo non mancherà nel programma musicale del coro diretto da Roberto Garniga “La Madonina”, brano popolare realizzato dall’accoppiata lavisana Varner - Moser entrato a far parte del repertorio di numerosi cori alpini.

Domenica 22 settembre è prevista con inizio alle ore 17.00 la cerimonia istituzionale ufficiale di INAUGURAZIONE del Giardino, alla quale farà seguito alle 18.30 il CONCERTO DEI CIUCIOI che vedrà il Gruppo Strumentale Giovanile di Lavis diretto da Renzo Eccel proporre i brani di un repertorio che spazia dalla musica leggera al blues, dal jazz al rock, dal funky al pop.  

Venerdì 27 settembre tornerà al “Teatro dei Ciucioi” la Compagnia teatrale “La Burrasca” con «DEI LIMITI DELLA CONOSCENZA E DEL GIARDINO ASCENDENTE - Bortolotti e i suoi Ciucioi», uno spettacolo della durata di 25 minuti del quale sono previste due repliche con la prima rappresentazione alle ore 20.00 e la seconda alle 21.00. Ripercorrendo le poche tappe sicure della vita di Tommaso Bortolotti, che tra il 1840 e il 1860 costruì il Giardino dei Ciucioi, la Compagnia ha realizzato uno spettacolo itinerante e ascensionale, ricollegandosi alla mitologia del territorio e alla sua storia. Una storia di magia, di ricerca della sapienza e di rapporto dell’individuo con la sua comunità, con la natura e con l’ignoto. Per un’esperienza di visita inedita, misteriosa e coinvolgente raccontata dalle voci di Tommaso Bortolotti (Alessio Dallacosta) e della sua misteriosa musa (Maria Vittoria Barrella).

Sabato 28 settembre, andrà in scena alle 20.30 la Compagnia teatrale “Donkey Flies” con «LA CASA DOVE NESSUNO VIVE». Nel bel mezzo di una terra dimenticata dagli uomini e da Dio c’è una casa con il tetto da rifare e con l’edera che soffoca i muri. Qui vive una famiglia che raramente esce di casa, ma osserva gli altri da una finestra. Un giorno compare però, al limitare della loro proprietà, un misterioso cantiere apparentemente deserto che la famiglia inizia a osservare con sospetto… Saranno interpreti dello spettacolo, in uno scontro stilistico tra dramma e comicità, tra corpo e parola, Ilaria Weiss, musicista e sperimentatrice del corpo, Fabio Manniti, drammaturgo e comico, (entrambi formatisi a Torino presso l’Atelier Teatro Fisico di Philip Radice) e l’attrice e musicista Alessandra Bassi.

 La programmazione si concluderà nella giornata di domenica 29 settembre con due interventi musicali al Giardino “Elmar Taxis” (alle ore 11.00 e alle 18.00) con protagonisti gli allievi e gli insegnanti della SCUOLA MUSICALE “IL DIAPASON” e con il concerto finale «IL GIARDINO DELL’OPERA» proposto alle ore 20.00 al “Teatro dei Ciucioi” dal Coro Sociale di Pressano. Il complesso musicale lungamente guidato dal M° Giuseppe Nicolini e diretto attualmente dal figlio Mattia Nicolini, eseguirà cori, arie e duetti tratti dal repertorio operistico italiano passando da Verdi a Mascagni, da Rossini a Donizetti. 

  VISITE GUIDATE gratuite al Giardino Bortolotti sono previste nelle giornate di domenica 22 (ore 8.30 - 9.00 - 9.30 - 10.00 - 10.30 - 11.00 - 11.30 - 14.00 - 14.30 - 15.00) e domenica 29 settembre (ore 8.30 - 9.00 - 9.30 - 10.00 - 10.30 - 12.30 - 14.00 - 14.30 - 15.00 - 15.30).
Le visite guidate si effettueranno a gruppi di massimo 20 persone con prenotazione presso la Segreteria del Comune di Lavis. Info: 0461.248140 / 0461.248174.

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Arte & Cultura