Trento
16 Ottobre 2019 Aggiornato alle 19:29
Sport

"Il mito di Schumacher" al Festival: due monoposto al Parco delle Albere

La mostra ripercorre le imprese di Michael Schumacher sia su Benetton che su Ferrari. Caschi, tute e trofei dal Museo di Maranello e da collezioni private. Con il pensiero al grande campione

Eravamo abituati a vederlo con l'immancabile balzo sul gradino più alto del podio. Oggi a distanza di sei anni dall'incidente sugli sci sulle condizioni di salute di Michael Schumacher resta il più stretto riserbo. Ma la mostra che quest'anno ha aperto il Festival dello Sport intende celebrare il mito del pilota più vincente di sempre, oggi appena cinquantenne. Su quel gradino in Formula 1, Schumi ci è salito 91 volte in carriera, riuscendo a vincere sette titoli mondiali, due con la Benetton Renault, cinque con la Ferrari oltre a vari campionati costruttori. 

Fondamentale il contributo del museo Ferrari di Maranello nella raccolta di caschi, trofei e tute - provenienti anche da collezioni private - che ripercorrono le gesta di un fuoriclasse della monoposto, un campione tuttora imbattuto che ha legato per sempre il proprio nome a quello del Cavallino. Impossibile, tra quei cimeli non ripensare al connubio perfetto tra uomo e macchina che si era creato tra il pilota tedesco e la rossa. All'interno, un video recita "Keep fighting, Michael" continua a lottare, come sempre. Tutta Trento e il Festival dello Sport fanno il tifo per te.

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Sport