Trento
    03 Agosto 2020 Aggiornato alle 19:56
    Spettacolo

    Il Mart accessibile a tutti grazie alla "comunicazione aumentativa"

    Un nuovo libretto-guida gratuito scritto nello speciale e intuitivo linguaggio illustrato per persone con disabilità cognitiva

    Un macchinina a significare la velocità, un alberello o delle macchie di colore per scomporre l'opera d'arte. Ecco un'opera futurista tradotta in comunicazione aumentativa alternativa. Un linguaggio fatto di icone e pittogrammi nato negli anni 50 negli Stati Uniti per favorire la comunicazione con persone affette da disabilità cognitive. Oggi, per questii visitatori speciali, al Mart c'è un libretto guida interamente scritto così Per il momento la guida copre solo alcune opere selezionate, da Depero a De Chirico, oltre a informazioni proprio sul museo, ma in futuro si amplierà. A realizzarla, la cooperativa Il Ponte, dice il direttore Filippo Simeoni, con l'aiuto di consulenti decisamente competenti, ossia gli stessi ragazzi disabili. L'originalità del progetto sta nel ribaltamento dei ruoli: la persona con disabilità non è il soggetto passivo per il quale vanno abbattute le barriere - soprattutto fisiche. Ma persona in grado di fruire dei contenuti, anche di un'opera d'arte. Sarà a breve disponibile in biglietteria, gratuitamente, per i visitatori con disabilità
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Spettacolo