Trento
22 Gennaio 2020 Aggiornato alle 18:05
Spettacolo

Il festival di ghiaccio ad impatto ambientale zero

Seconda edizione per "Ice Music Festival", la rassegna nel grande teatro di ghiaccio al passo del Tonale: 300 posti a sedere a 2.600 metri di quota

Un pubblico speciale nel bianco teatro a 2600 metri di quota sul Presena che ha inaugurato il secondo Ice Music Festival con il violinista Andrea Casta.
Sugli spalti del grande igloo organizzatori e volontari che lavorando giorno e notte per un mese hanno realizzato lo straordinario anfiteatro da 300 posti. L'artista americano Tim Linhard ha preparato i 18 strumenti di ghiaccio che vengono suonati in 54 concerti sotto i 10mila metri cubi di neve che formano l'"Eq Ice Dome".
Un festival ad impatto ambientale zero: quando tornerà il caldo il teatro di ghiaccio fonderà, mentre l'energia elettrica usata per luci e amplificazione proviene dalle centraline idroelettriche alimentate dall'acqua del ghiacciaio Presena.
Ma quel festival di ghiaccio segna anche la collaborazione fra realtà turistiche dei versanti lombardo e trentino: una virtuosa collaborazione fra per lo sviluppo di un territorio di confine.

Il calendario prevede fino a marzo 2020 due concerti il giovedì̀ e due il sabato. Per raggiungere l'Ice Dome si sale dal passo Tonale con la cabinovia. Il biglietto per i concerti costa 30 euro, compresi andata e ritorno.
Gli appuntamenti del giovedì̀ vedono la presenza della ParadICE Orchestra, una formazione di 7 artisti residenti, che proporranno al pubblico gli ICE CLASSICS MUSIC, i “classici” della canzone d’autore riletti in chiave classica, popolare e contemporanea. I concerti del sabato sono dedicati all’ICE POP MUSIC con la presenza di artisti e progetti musicali di valore, una serie di appuntamenti in cui si alternano vari linguaggi, dal jazz al pop, dal rock alla musica tradizionale.
La nuova edizione dell'Ice Music Festival sarà tra l'altro contraddistinta da una novità: agli spettacoli musicali si affiancheranno gli eventi domenicali di ICE THEATRE. In scena “La fantastica avventura di un cuore di ghiaccio”, una favola per grandi e piccini in collaborazione con il Museo delle Scienze di Trento (MUSE), musicata dal vivo con gli strumenti di ghiaccio per illustrare in modo originale le conseguenze dei cambiamenti climatici sul territorio alpino. Sempre la domenica, durante il Carnevale, l’ICE PUPPETS SHOW, spettacolo in prima mondiale delle marionette di ghiaccio azionate dal puparo siciliano Mimmo Cuticchio, uno dei maggiori interpreti viventi.
Una volta al mese, inoltre, al termine dei concerti nel teatro-igloo dell'Ice Music Festival, alcuni grandi chef presenteranno i propri menu degustazione nel vicino Rifugio Passo Paradiso a 2585 metri. Un modo originale per rendere ancora più esclusiva la propria esperienza sul Ghiacciaio Presena
Il primo degli appuntamenti è in programma per sabato 18 gennaio. Ai fornelli Romeo Landi, chef del Ristorante “Beccaccino” (Sorico, Lago di Como) con l’amico chef Alfio Colombo e Michele Zanella, chef del Ristorante “Alla Vecchia Macina” di Pellizzano (TN). Venerdì 28 febbraio sarà la volta di Bernard Fournier, chef con una stella Michelin del Ristorante “Da Candida” (Campione d'Italia). Si chiuderà sabato 21 marzo: in cucina tornerà lo chef Michele Zanella, affiancato per l'occasione da Marco Bezzi, chef del Ristorante San Marco di Ponte di Legno (BS).
Tutte le cene saranno proposte al prezzo di 70 Euro a persona, incluso l'abbinamento con i vini delle Cantine Ferrari.

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Spettacolo