Trento
06 Luglio 2020 Aggiornato alle 22:56
Arte & Cultura

Dalle foto dei cittadini, nasce l'Atlante popolare dei paesaggi trentini

Fontane, capitelli, croci. Appartengono da sempre al paesaggio trentino. Ora un Atlante, costruito con l'aiuto dei cittadini, li censirà per memoria e tutela

Sono i cosiddetti luoghi del cuore quelli che andranno a costituire il neonato Atlante Popolare dei Paesaggi del Trentino, emanazione dell'Osservatorio provinciale del paesaggio.
Fontane e sorgenti, capitelli, croci, opere d'arte o semplici manufatti, quelli che capita spesso di incontrare e fotografare per strada. Ora proprio le foto dei cittadini - spiega Giorgio Tecilla, direttore dell'Osservatorio del paesaggio - potranno essere inviate con alcune brevi informazioni al sito dell'Atlante ( https://atlantepop.paesaggiotrentino.it/ ), opera collettiva di censimento dei paesaggi trentini, articolati in tre categorie: "Storie d'acqua" (fontane e sorgenti), "Camminando nel Sacro" (capitelli e tracce di fede), "Segni di vetta" (manufatti in quota).
Compilare la scheda sul sito dell'Atlante è semplice e immediato. Qualche fotografia, qualche informazione e la localizzazione del manufatto. L'obiettivo, spiega Tecilla:

Conservare memoria, ma anche tutelare dal degrado segnalando oggetti bisognosi di consolidamenti o restauri


					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Arte & Cultura