Trento
26 Settembre 2020 Aggiornato alle 20:45
Turismo

Pinzolo: il lago biologico con l'acqua depurata dalle piante

Aperto ai bagnanti dall'8 agosto. Un'area con fondale basso riservata ai bambini

A Pinzolo è pronto per i primi tuffi il nuovo lago "biologico" inserito nel verde dell’area “Pineta”, la zona sportiva multiservizi e parco giochi del centro della val Rendena.
La caratteristica principale del Biolago è la depurazione naturale dell’acqua attraverso l’azione di particolari piante acquatiche e l’impiego di altri materiali naturali come varie tipologie di argilla. L’ultima fase del processo di purificazione è garantita dai raggi ultravioletti.
Ci sono più punti di immissione dell’acqua che ne assicurano il ricircolo. Inoltre, il fatto che non ci sia alcun torrente né in entrata né in uscita, al contrario dei laghi naturali, fa in modo che l’acqua, filtrata e depurata naturalmente, sia più calda e abbia una carica batterica minore.
Il Biolago ha una superficie balneabile di 3.200 metri quadrati all’interno della quale è compresa anche una piscina per bambini di 100 metri quadrati con un’altezza massima di 45 centimetri.
Può contenere fino a poco meno di 5.000 metri cubi di acqua e raggiunge un’altezza massima di 3 metri e mezzo. 
Spogliatoi, servizi e infermeria sono ospitati in una palazzina riscaldata. 
Ideato e voluto dal Comune di Pinzolo è stato realizzato su progetto firmato da un pool di tecnici coordinato dall’ing. Giuseppe Pellegri.
Alla costruzione del Biolago hanno lavorato diverse imprese tra le quali la ditta Salvadori Felice di Bagolino che ha eseguito i lavori strutturali. La gestione è stata affidata alla Cooperativa sociale Lavoro di Borgo Lares. Il Biolago è dotato di un sistema di videosorveglianza e verso località “Pineta”, in via Miliani, il Comune di Pinzolo ha predisposto 45 nuovi posti auto.
L’accesso al pubblico.
Il Biolago sarà aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00 (meteo permettendo). Non sarà necessaria la prenotazione, ma ci sarà la possibilità che gli ingressi possano essere interrotti una volta raggiunta la capienza massima. 
Le tariffe:  Il biglietto d’ingresso costa 5,00 euro (adulti) e 3,00 euro (bambini sotto i 12 anni).
Per i residenti in Val Rendena (da Porte di Rendena a Madonna di Campiglio), che devono identificarsi esibendo la carta d’identità, e i possessori della DoloMeetCard il costo è di 4,00 euro (adulti) mentre per i bambini sotto i 12 anni l’ingresso è gratuito. I minori di anni 18 devono essere accompagnati da almeno un adulto.

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Turismo