Trento
27 Settembre 2020 Aggiornato alle 19:32
Ambiente

Rifiuti, a Trento si cambia: ecco le nuove modalità di raccolta del residuo

Da ottobre la consegna porta a porta di nuovi mastelli per i condomini fino a 30 utenze. Addio ai sacchi verdi

Le lettere nei condomini di Trento sono in arrivo. Il cambiamento riguarda la raccolta del rifiuto residuo, con nuove modalità nei condomini più grandi. E una distinzione fondamentale: quelli tra le 14 e le 30 unità abitative diranno addio ai sacchi verdi. 

Da inizio ottobre, le famiglie riceveranno in dotazione un mastello da 30 litri consegnato dagli addetti di Dolomiti Ambiente. Niente più buoni per ritirare i cestini e sacchi, dunque. La consegna sarà porta a porta e durerà alcune settimane. Perché la nuova raccolta entri in vigore dal primo gennaio 2021. 

Ogni nucleo famigliare pagherà la sua quota variabile in base al numero di svuotamenti. Con Dolomiti Ambiente che prevede una media di riempimento dei mastelli di 4 o 5 settimane, scenario ottimistico - forse - per famiglie con bambini piccoli.

Per le residenze e i condomini con più di 30 utenze domestiche, invece, i rifiuti verranno gettati all'interno del cassonetto condominiale. E anche qui niente più sacchi verdi specifici.
Il volume totale registrato per l'utenza aggregata sarà poi ripartito tra tutti i residenti in base ai componenti del nucleo familiare.

Cambiamenti non per un aumento di raccolta differenziata - a Trento già dell'82% - ma dovuti a un cambiamento normativo in base agli ultimi decreti ministeriali. 

In arrivo poi una sperimentazione in 5 maxi edifici della città, si tratta del "sistema Colombo" con un cassonetto in grado di leggere gli svuotamenti delle singole utenze. 

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Ambiente