Trento
27 Settembre 2020 Aggiornato alle 19:32
Scuola

Sei figli, sei classi diverse: "ecco il nostro primo giorno di scuola"

Il rientro sui banchi dopo sei mesi, l'attesa e le emozioni di una famiglia numerosa di Trento. "Oltre la paura del covid, perché vale la pena di ricominciare in classe"

Sei figli, sei classi diverse. Sei inizi pieni di emozioni per il nuovo anno scolastico.

Giovanni è al suo primo giorno di asilo nido, Irene inizia la prima elementare all'Istituto Sacra Famiglia, con lei ci sono Michele, in terza, ed Elena, che va in quinta elementare. Poi Tommaso, in terza media ai Salesiani, e Pietro, che frequenta la quarta superiore al liceo Galieli.

La sveglia per questa famiglia di Trento la mattina del rientro sui banchi, dopo sei mesi a casa, è suonata presto. Accanto agli zaini, libri e merende, quest'anno ci sono anche le mascherine e i gel per le mani. Sullo sfondo la sfida portata dal Covid, i protocolli, i patti di corresponsabilità, "ma anche l'attesa di qualcosa di più", come raccontano i loro genitori, Daniela e Francesco.

"Hanno voglia di ricominciare e anche bisogno di tornare a scuola. Certo con sei figli aumenta la probabilità di rischio che vi possano essere sintomi influenzali che facciano pensare al covid, ma speriamo che i tempi dei test e degli accertamenti nelle classi - in caso di situazioni dubbie - siano rapidi. È un rischio che bisogna correre, poi vedremo cosa succederà".

Ai più grandi professori e dirigenti hanno spiegato protocolli e nuove regole, "per i più piccoli - dice Daniela - è forse più semplice, imparano a fidarsi quando i genitori sono sereni, così anche indossare la mascherina può diventare normale". Ma soprattutto, aggiunge Francesco: "Ci sono regole che possono sembrare fastidiose, ma per volerci bene dobbiamo rispettarle tutti".

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Scuola