Trento
16 Gennaio 2021 Aggiornato alle 13:53
Storie & Mestieri

Vite solitarie in Val Duron, quando il lock down è la normalità

Dopo la perdita del marito Giorgio, Marina continua a vivere tutto l'anno in rifugio in Val Duron. La pandemia per chi ha fatto dell'isolamento una scelta, come nel caso di Carlo Budel, più che una costrizione diventa il proseguo della quotidianità.

Panorami mozzafiato, inverni rigidi e lunghi, il silenzio e la solitudine, le visite dei turisti che alla sera si sostituiscono con i rumori della montagna e i versi degli animali selvatici, gli ululati dei lupi e e il bramito dei cervi. Una vita apparentata indissolubilmente con l'isolamento per conoscere meglio se stessi,  spogliarsi di molte cose materiali, abbandonare il superfluo. Non si tratta di un'esistenza romanzata, ma del modo di vivere che per circostanza o per scelta hanno incontrato per strade diverse Marina Casini e Carlo Budel  

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Storie & Mestieri