Trento
02 Marzo 2021 Aggiornato alle 15:46
Scuola

Viaggio nella scuola trentina al tempo del Covid. L'Istituto Marie Curie

800 studenti fra licei e istituti tecnici, in presenza a giorni alterni. Si fa fronte alle difficoltà, ma le incertezze chiedono risposte

Il "Marie Curie" è il principale Istituto scolastico dell'Alta Valsugana. Qui studiano 800 ragazzi, divisi fra licei e indirizzi tecnici. Per ora frequentano a giorni alterni, così che nell'arco di 15 giorni, spiega la dirigente Elina Massimo, riescono a frequentare in presenza tutte le materie. La didattica a distanza funziona ma i problemi non mancano e le incertezze si accumulano.
A giugno 2020 per esempio, nessuno è stato respinto, come indicato dal Ministero. In questo modo però sono passati all'anno successivo anche studenti con forti carenze in più materie. Certo sono stati attivati sportelli di supporto e attività aggiuntive, ma le carenze in molti casi restano, soprattutto in questa situazione di frequenza al 50%.
L'impegno è diffuso fra tutti, ma a volte prevale l'incertezza ammette la dirigente. Il punto interrogativo più pressante in questo momento riguarda l'esame di Stato: che maturità sarà quella 2021? Solo orale come nel 2020? O con almeno un esame scritto?  Queste le domande che attendono la riposta più urgente.
Il servizio è di Elena Scarrone. La prossima tappa del nostro viaggio ci porterà al Centro di Formazione Professionale Alberghiero del Varone a Riva del Garda.
 

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Scuola