Trento
18 Maggio 2021 Aggiornato alle 15:57
Cronaca

Bar di Trento, 7 furti in un mese. Arrestato dalla polizia un ladro seriale

In alcuni fotogrammi degli impianti di video sorveglianza il ladro è stato riconosciuto per una camminata particolare che ha attirato l’attenzione degli investigatori

Un 26enne di origine ucraina, residente a Ravina, è stato arrestato dalla squadra mobile di Trento. E' considerato l'autore di 7 furti avvenuti in altrettanti esercizi commerciali, soprattutto bar, di Trento tra marzo e l'inizio di aprile. A lui gli investigatori sono risaliti visionando i fotogrammi degli impianti di videosorveglianza dei locali saccheggiati. In alcuni "frame" il ladro si riconosce per una camminata particolare che ha attirato l’attenzione della polizia. Ingenti i danni nei bar presi di mira perché in tutti i furti sono stati utilizzati picconi e tenaglie per rompere porte e finestre.

Il primo furto è avvenuto il 12 marzo in un bar del centro direzionale di Trento Sud, in viale Verona. Rubati 20 pacchetti di sigarette e numerosi  biglietti "gratta e vinci”.

Due settimane dopo stessa modalità di furto in un altro bar sempre di viale Verona. Portata via una piccola somma dalla cassa semivuota. Nella stessa notte rubati liquori di pregio in un altro locale di via Mantova.

Pochi giorni dopo, sempre di notte, sottratti 400 euro a un bar della zona di Santa Maria Maggiore. Tentativo poi effettuato anche una seconda vota, ma senza successo. Anche in questo caso distrutte porte e finestre

All'inizio di aprile il ladro seriale ha preso di mira prima un bar di via Verdi, rubando la somma di 1200 euro e uno smartphone; e poi uno di via Belenzani, per una somma di 60 euro.  

Uno degli agenti ha riconosciuto il giovane, ora in carcere a Spini di Gardolo, perché in passato già arrestato per analoghi reati. La conferma si è avuta, riferisce la polizia, tramite un’impronta trovata dalla Polizia Scientifica nel corso del primo sopralluogo, e dunque nel bar del centro direzionale di Trento Sud.

Inoltre nel corso della perquisizione nella sua casa di Ravina sono stati trovati alcuni capi di abbigliamento considerati uguali a quelli utilizzati durante i furti, tra cui un passamontagna.

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Cronaca