Trento
19 Agosto 2022 Aggiornato alle 22:59
Politica & Istituzioni

Colao: "Server pubblici: 95% a rischio. Nel digitale, Trentino un modello"

Il ministro per la Transizione digitale ospite al Festival dell'Economia. Nel Recovery plan 50 miliardi alla tecnologia: "Entro il 2027 tutte le case e gli uffici saranno collegati con fibra o 5G"

Presente, ma soprattutto futuro nell'incontro con il ministro della transizione digitale Vittorio Colao al Festival dell'Economia. Nel Recovery Plan, circa cinquanta miliardi sono destinati alle "riforme" digitali.  

"Noi nel 2027 vogliamo che qualunque scuola, qualunque edificio che ospiti infrastrutture sanitarie sia connesso a banda alta - ha sottolineato - la grande maggioranza di tutto ciò sarà fibra e che in una parte del territorio si dovrà fare con il 5G".

"L'anagrafe digitale del Trentino è un modello da replicare", ha dichiarato in mattinata Colao durante la visita alla Fondazione Bruno Kessler, che definisce "un'eccellenza". Ma non c'è sviluppo senza tutele. Il 95% dei server della pubblica amministrazione, infatti, è a rischio: "Abbiamo bisogno di avere dei Cloud sicuri - ha indicato Colao - in cui i dati dei cittadini, sia quelli più che meno sensibili, siano tenuti in sicurezza".

Bene l'accordo sulle tasse ai big-tech, mentre il lavoro, conclude Colao, deve trovare un equilibrio tra presenza e smartworking.

E di lavoro ha parlato il ministro allo Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti: "Il blocco dei licenziamenti va scollegato dalla visione pre pandemia". E no, aggiunge il titolare del Mise, all'idea di uno Stato troppo assistenziale in economia.

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Politica & Istituzioni