Trento
18 Gennaio 2022 Aggiornato alle 07:03
Salute

A Trento il primo semaforo per Green Pass in un bar

Il totem controlla le certificazioni all'ingresso del locale senza ulteriore aggravio di lavoro per i baristi

Sono le 15 e 30 quando i primi clienti del bar ristorante Marinaio, a sud di Trento, entrano con  il controllo automatico del green pass. Per loro semaforo verde. E una procedura mai provata. 
Giovanni Groff, titolare del locale, spiega quali sono - secondo lui - i vantaggi di questa soluzione tutta trentina: "Fondamentalmente di immagine e poi di velocità: perché è il cliente stesso che ha il piacere di testare il suo pass".
E intanto, con l'arrivo dei primi lotti nel magazzino della Gpi di Trento, partono le prime consegne sul territorio spiega Alberto Schiavon: "Finalmente è arrivato il primo lotto un po' consistente di queste attrezzature".
Prezzi a partire da 700 euro, ma chi sono i clienti interessati?
"Oltre all'ente pubblico - spiega Schiavon -  piscine, Rsa, ma anche ristoranti, locali dove c'è un flusso costante di persone e dove mettere una persona a disposizione per controllare i green pass può essere complicato oltre che costoso" .





 

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Salute