Trento
23 Settembre 2021 Aggiornato alle 13:13
Ambiente

Pittura d'alta quota al lago d'Antermoia

L'iniziativa della Fondazione Dolomiti Unesco: la salita con pennelli e colori nello zaino per ammirare le pareti in modo diverso
di Andrea Selva

Prove di pittura d'alta quota, nei giorni scorsi, in questa estate che sembra non finire mai, per i partecipanti al workshop organizzato in valle di Fassa dalla Fondazione Dolomiti Unesco, saliti in quota a piedi con pennelli, tele e colori nello zaino. 

"Un modo di guardare alle Dolomiti in modo diverso" ha detto la direttrice della Fondazione Dolomiti Unesco, Mara Nemela:  "Queste giornate ci aiutano a essere più consapevoli e quindi anche più rispettosi del nostro patrimonio"

E ritrarre le rocce, al di là delle questioni tecniche, è anche un modo per contemplarle e rendere omaggio alle Dolomiti, dice l'artista Silvia De Bastiani: "Molte persone non vengono solo per la tecnica, ma quello che si portano via è anche la sensazione di lavorare all'aperto, la contemplazione, l'aspetto spirituale..."

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Ambiente