Trento
11 Agosto 2022 Aggiornato alle 21:55
Politica & Istituzioni

Siccità, Fugatti: "Tema oltre i legami politici, prima i bisogni trentini"

L'assessore all'Ambiente Tonina, anche dopo il sì di Terna alla cessione d'acqua alla Lombardia, vuole attendere la Conferenza dei Servizi del 5 luglio. "Le altre regioni investano su bacini di raccolta e nuove tecnologie irrigue come noi", ha detto
di Francesco Macaro

"In primis, cerchiamo di soddisfare le nostre necessità. Dopo di che, non ci si tira sicuramente indietro. Ma questo, al di là dei colori politici": sulle riserve di 'oro bianco', prima le esigenze del Trentino, poi quelle dei Governatori leghisti. E' il messaggio politico lanciato dal presidente Maurizio Fugatti, al termine della Giunta fuori porta di oggi a Calavino.

Sono mesi che Veneto e Lombardia bussano a Piazza Dante per chiedere acqua. Da inizio giugno - ha sottolineato l'assessore all'Ambiente, Mario Tonina - Trento ha ceduto 30 milioni di metri cubi d'acqua al Veneto. Sabato e domenica scorsi, le centrali di Santa Giustina e di San Floriano in Alto Adige hanno reso disponibili 26 metri cubi d'acqua in più al secondo, a vantaggio anche dei territori confinanti.

Ed è di qualche settimana fa la richiesta della Regione Lombardia - attraverso i bacini idroelettrici di Malga Bissina e Malga Boazzo, sopra la Valle del Chiese - di cinque milioni di metri cubi d'acqua, per dare respiro all'agricoltura padana. La metà di quanto al momento contengono queste due riserve, strategiche a livello nazionale. Il gestore Terna ha dato l'ok alla cessione, ma Tonina attenderà la Conferenza dei Servizi del prossimo 5 luglio per dare il via libera. E in assenza di stato di calamità, sarà una scelta volontaria del Trentino, ha sottolineato. 

Inviando un messaggio alle regioni limitrofe: "Quello che mi auguro, di fronte a quello che sta succedendo - ha detto l'assessore all'Ambiente, a margine della Giunta provinciale - è che per i prossimi anni ci possa essere un ravvedimento anche delle altre regioni, con investimenti importanti in questa direzione attraverso le risorse del PNRR. Il Trentino questo l'ha fatto e continuerà a farlo, perché oggi l'acqua è un bene ancora più prezioso e come tale va gestito". 

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Politica & Istituzioni