Trento
01 Dicembre 2022 Aggiornato alle 18:12
Politica & Istituzioni

Italia sovrana e popolare, presentata la lista anti-sistema

No euro e no green pass, al centro del programma anche il tema del lavoro

Siamo la vera e unica lista anti-sistema. Così si presenta Italia Sovrana e Popolare, nuovo soggetto politico che raggruppa diverse realtà, dai comunisti di Marco Rizzo ad Ancora Italia,da Azione Civile a Riconquistare l'Italia.

I candidati sono al Senato di Trento lo scrittore Mattia Maistri, a Rovereto l'ex consigliera comunale Giovanna Giugni, a Pergine il medico in pensione Roberto Cappelletti. Per la Camera a Trento l'imprenditore Gianfranco Merlin, a Rovereto l'assessore comunale di Nogaredo Michele Berti. Nel listino proporzionale capolista Maria Cristiano, seguita da Federico Monegaglia e da Maria Rosa Avellino

Nel programma l'uscita dell'Italia dall'euro, dalla Nato, dall'Unione Europea e dall'organizzazione Mondiale della Sanità e un richiamo, spiega Monegaglia, anche alla dittatura sanitaria: "siamo contrari al sistema del green pass, non siamo contrari ai vaccini, alcuni di noi sono vaccinati, alcuni non lo sono, altri sono stati sospesi - spiega - non ci dividiamo sui vaccini, ci uniamo contro la gestione della crisi pandemica attuata dal governo"

Obiettivo arrivare alla soglia di sbarramento del 3%: "la raggiungeremo senz'altro - dice Monegaglia - noi siamo l'unico partito anti-sistema che è riuscito a raccogliere le sottoscrizioni in tutti i collegi plurinominali d'Italia, siamo presenti in tutte le regioni".

Tra i temi più cari alla nuova formazione politica quello del lavoro, con la lotta al precariato e un salario minimo da 1200 euro.

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Politica & Istituzioni