Failoni: "Parcheggi per far dimenticare le automobili ai turisti"

Per l'assessore provinciale al turismo con le olimpiadi si creeranno infrastrutture utili e utilizzabili anche in futuro

"Potrebbe essere una stagione addirittura record. L'obiettivo nostro nei prossimi anni è andare anche su mercati extraeuropei molto importanti per portare turisti nei periodi un pochino più deboli, per avere per avere comunque numeri superiori ma non nei momenti di maggiore carico".

Tra una stagione invernale iniziata nel modo migliore e con ottime prospettive e il rischio di sovraffollamento, Roberto Failoni - riconfermato assessore provinciale al turismo - guarda al futuro del comparto in Trentino.

Il discorso sull'overtourism, spiega Failoni, è delicato. "I turisti vanno dove ci sono turisti, quindi non è facile perché sfido chiunque a dire andate in un posto dove non c'è nessuno".

Nelle parole dell'assessore, i concetti che ritornano più di frequente sono quello della qualità e dell'allungamento delle stagioni turistiche, nelle città, sui laghi e in montagna. Poi annuncia, entro la fine del prossimo anno, "un monitoraggio totale delle esigenze per quanto riguardano i parcheggi all'interno delle località perché oggi credo che uno dei segreti più grandi del turismo sia quello di fare arrivare il turista nel luogo da lui desiderato e d'altra parte fargli nascondere l'automobile".

Finale per i giochi olimpici invernali 2026. Sarà necessario, dice Failoni, convincere dell'importanza dell'evento tutti i trentini, non solo chi abita nei luoghi direttamente coinvolti. L'obiettivo finale è "Utilizzare questa grande opportunità per fare strutture e infrastrutture e dall'altra parte per una visibilità del Trentino"