Al Curi arriva il Como

Alle 14 il Perugia affronta i lariani. Una sfida che ha il sapore del riscatto

Al Curi arriva il Como
perugia calcio
Perugia-Brescia 2-1

Quella dell'andata fu la sconfitta più netta dell'intero campionato biancorosso. Al Sinigaglia il Perugia di fatto non scese in campo, perdendo 4-1. Ma in questo momento, vendicare quella brutta pagina non è il primo obiettivo nella mente dei grifoni. C'è un risultato che brucia ancora di più ed è quel successo sfumato all'ultimo istante appena quattro giorni fa contro la Spal, successo che avrebbe permesso alla squadra di Alvini di riagganciare la zona play off, traguardo ormai dichiarato per questo finale di stagione. Contro il Como, dunque, l'imperativo tre punti diventa categorico. I lariani sono in una posizione tutto sommato tranquilla di classifica, con un buon margine di vantaggio sulla zona pericolo. Al Curi arriveranno con qualche defezione, ma la coppia d'attacco, La Gumina-Cerri, quest'ultimo vecchia conoscenza biancorossa, è di quelle che può mettere in difficoltà qualunque retroguardia. E proprio l'assetto difensivo è ciò che più tiene desta l'attenzione in casa Perugia alla vigilia della sfida di domani, calcio d'inizio ore 14 al Curi. Alvini non potrà contare infatti sugli infortunati Angella, Dell'Orco, Rosi, Ferrarini e Lisi, quasi l'intero reparto. Se il tecnico volesse mantenere l'assetto arretrato a tre dovrebbe dunque affidarsi ai soli tre difensori di ruolo disponibili, Sgarbi, Curado e Zanandrea, con Falzerano e Beghetto esterni. Qualche ballottaggio a centrocampo, ma i favoriti sono Segre, Burrai e Santoro, quasi certa la coppia d'attacco De Luca-Olivieri.