Concorsopoli: nuova udienza

Sentita la ex responsabile del servizio infermieristico. Aveva ricevuto i nomi dei raccomandati

Concorsopoli: nuova udienza
ospedale pg
L'ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia

Nuova udienza del processo Concorsopoli. Nell'auditorium dell'istituto Capitini di Perugia sono stati sentiti due testimoni. Gabriella Carnio, ex responsabile infermieristica dell'ospedale di Perugia e membro della commissione della procedura di selezione per infermieri del 2018, al centro dell'inchiesta della procura di Perugia che sequestrò alla presidente di commissione una chiavetta usb contenente un elenco di candidati da raccomandare con relativi sponsor politici. Circostanza confermata da Carnio in aula, che ha raccontato come la presidente  le comunicò, in particolare 20 nomi, dicendole che erano raccomandati dall'ex assessore alla sanità Luca Barberini, oggi presente in aula. Seguendo le indicazioni a quei candidati venne aumentato il punteggio della prova scritta, che in alcuni casi era risultato gravemente insufficiente.
Interrogato anche il professor Claudio Cavallini, direttore della struttura complessa di chirurgia dell'ospedale perugino che, intercettato dagli inquirenti, si era lamentato con gli ex direttori dell'ospedale perché convinto che le procedure di sezione non rispettassero i criteri di meritocrazia. Il contro esame degli avvocati difensori è stato volto a dimostrare che non c'erano ingerenze sistematiche della direzione e della politica sulle procedure concorsuali e che i rapporti con i membri delle commissioni rientravano nella normale dialettica tra direzione e collaboratori.