Due giovani umbri ustionati a Sansepolcro

Sono umbri, di San Giustino e Città di Castello, i due giovani rimasti ustionati nello stabilimento Newlat di Sansepolcro.

Due giovani umbri ustionati a Sansepolcro
tgr
Sul posto il 118

Sarebbero rimasti ustionati con dell'acqua bollente due addetti al lavoro nell'azienda Newlat, la ex Buitoni di Sansepolcro, in Toscana. Si tratta di due giovani, rispettivamente di 22 e 43 anni, residenti in Umbria: a San Giustino e a Città di Castello. Sul posto i carabinieri che stanno cercando di ricostruire l'accaduto. Dalle prime testimonianze sarebbe emerso che era in corso la manutenzione di una caldaia. L'acqua bollente fuoriuscita avrebbe provocato ustioni del terzo grado in varie parti del corpo. Entrambi sono stati trasferiti subito con l'elicottero Pegaso al Centro grandi ustionati 'Bufalini' di Cesena. Sul posto, oltre ai carabinieri, ambulanze del 118, vigili del fuoco e anche gli uomini dell'ispettorato del lavoro. I due non sarebbero in pericolo di vita.