Emergenza furti nel marscianese

Dopo i casi del marscianese indagini in corso per individuare la banda in azione. Si sospetta un'unica mano

Emergenza furti nel marscianese
Tgr
Carabinieri di Marsciano

A due settimane dalla tragedia di Papiano, dove una sessantenne fu colta da malore e perse la vita dopo la scoperta di un furto in casa, un cittadino di Castiglione della Valle si è sentito male nel trovarsi di fronte due ladri sulla porta di casa. Malviventi in fuga, lui in ospedale a Pantalla per accertamenti. Niente di grave, ma quella dei furti in abitazione resta un'emergenza per Perugia e dintorni. Presa di mira nelle ultime settimane la zona del Marscianese dove, forse la stessa banda, si è specializzata nel ripulire soprattutto le case di frazioni un po' isolate forzando porte e finestre, di prima mattina o nel tardo pomeriggio. Si tratta di ladri interessati oltre che all'oro e ai contanti, anche ad abiti e accessori, stando alle denunce che provengono da Marsciano, Spina, San Biagio, Castello delle Forme, Villanova ma anche Fratta Todina e Collazzone. Per contrastare il fenomeno è necessaria la collaborazione delle forze dell'ordine. A volte gli autori dei furti non sono professionisti ma "balordi" e può bastare qualche semplice accorgimento per dissuaderli.

Importante è segnalare alle forze dell'ordine la presenza di persone e situazioni sospette: nel marscianese si parla ad esempio di un'automobile scusa utilizzata per i sopralluoghi.