Incontro con gli studenti

Pietro Grasso a Foligno, ospite del progetto Il piacere di leggere, ha presentato il suo libro su Paolo Borsellino

Incontro con gli studenti
TGR
Pietro Grasso a Foligno

Contrastare la mafia attraverso la memoria e la formazione. Presentare Falcone e Borsellino non come eroi, ma come uomini eccezionali che ancora oggi possono essere presi a modello. Con questo obiettivo nasce il libro di Pietro Grasso “Paolo Borsellino parla ai ragazzi”, approdato oggi a Foligno nell'ambito del progetto “Il piacere di leggere”, arrivato alla 25° edizione, ideato dall’ associazione FulgineaMente. “Il 19 luglio 1992 Paolo si sveglia molto presto e dedica le prime ore di quello che sarà il suo ultimo giorno agli studenti di un liceo di Padova che non era riuscito a incontrare. Il giudice racconta ai ragazzi il momento che sta vivendo e, con il poco tempo che ha a disposizione, risponde in parte alle loro domande sul suo lavoro di magistrato e sulla mafia. Poi l’esplosione di via D’Amelio. E la lettera non viene terminata. A distanza di quasi trent'anni, durante il lock down, ho deciso di riprendere simbolicamente quella penna e completare la missiva alla luce dei cambiamenti avvenuti, dei miei ricordi e della mia esperienza” ha spiegato Grasso agli studenti delle scuole del territorio. I ragazzi hanno presentato alcuni lavori elaborati dopo la lettura del libro e poi posto delle domande all'autore.