Lavoratori della sanità, sospeso lo stato di agitazione

Dopo l'incontro in prefettura sospeso lo stato di agitazione dei lavoratori della sanità a Terni. Nei prossimi giorni tavoli congiunti con Usl e azienda ospedaliera per risolvere alcune delle criticità denunciate dai sindacati

Lavoratori della sanità, sospeso lo stato di agitazione
Tgr
Sospeso lo stato di agitazione

E' sospeso lo stato di agitazione dichiarato da Fp Cgil. L'incontro non ha sciolto tutti i nodi ma è emersa la disponibilità dei direttori di Usl Umbria 2 e dell'azienda ospedaliera, Massimo De Fino e Pasquale Chiarelli, a convocare dei tavoli congiunti, sull'esito dei quali il prefetto chiede di essere informato. Usl e azienda ospedaliera sono disponibili ad ascoltare le richieste presentate dal sindacato. Le criticità evidenziate da Fp Cgil riguardano la situazione del Pronto Soccorso e il recupero delle attività chirurgiche di media e bassa complessità tramite l'utilizzo delle sale operatorie dell'ospedale di Narni. Secondo il sindacato c'è ancora da fare sul Pronto Soccorso diventato anche reparto di degenza, dove aumentano i carichi di lavoro del personale. Il direttore Chiarelli ritiene infondate molte delle criticità rappresentate da Fp Cgil.