Una patto per la sicurezza

Firmato in prefettura a Terni il protocollo con Regione , Provincia e Comune per migliorare il controllo sul territorio

Una patto per la sicurezza
TGR
Patto per Terni sicura

Sicurezza integrata, partecipazione dei cittadini e coordinamento degli interventi attraverso una cabina di regia. Sono questi i punti  fondamentali del "Patto per Terni sicura" firmato in Prefettura fra Regione, Provincia e Comune di Terni. Un documento che costituisce il prolungamento, valido per gli anni 2022-2024, del primo patto sottoscritto ormai cinque anni fa. Il testo tratteggia uno schema di collaborazione tra Regione, Prefettura, Comune e Provincia di Terni per il miglioramento del controllo del territorio al fine di garantire una maggior sicurezza dei cittadini attraverso progetti di prevenzione e iniziativa di contrasto della criminalità. Particolare attenzione all’ attività di prevenzione e contrasto dei furti e delle rapine, dello spaccio di sostanze stupefacenti, del gioco d’azzardo e della criminalità economica. Il Patto prevede inoltre progetti per favorire l’integrazione degli immigrati, delle persone sottoposte ad esecuzione penale e iniziative per rendere più concreta la tutela delle fasce deboli. Sono previste inoltre campagne specifiche di sensibilizzazione al rispetto del decoro urbano nelle aree di interesse artistico culturale e turistico o in quelle adibite a verde pubblico. Fra gli obbiettivi del Patto anche l'avvio di progetti specifici, curati assieme alla "Fondazione Umbria contro l’usura” e alla Usl Umbria 2 per il sostegno dei Centri Anti Violenza e l'assistenza ai più giovani per le problematiche legate alla salute mentale e alle dipendenze.