Attesa per il ritorno della salma di Lucia Menghini. Migliorano, seppur lievemente, le due amiche

Nelle prossime ore sono attesi i risultati dell'autopsia sul corpo della vittima

Attesa per il ritorno della salma di Lucia Menghini. Migliorano, seppur lievemente, le due amiche
Web
Il viaggio in Giordania

Non sono ancora fuori pericolo, ma stanno rispondendo in modo positivo alle terapie nel reparto di rianimazione dell'ospedale di Amman, Marta Orsini e Cristina De Propris, le due perugine rimaste ferite nell'incidente stradale in Giordania, costato la vita all'amica 31enne di Foligno Lucia Menghini. Nelle prossime ore sono attesi  i risultati dell'autopsia sul corpo della vittima. A quel punto, la salma potrà tornare a Foligno tramite l'ambasciata italiana.
Non è ancora chiara la dinamica dell'incidente  di venerdì pomeriggio. Le tre amiche - specializzande in anestesia all'Università di Perugia - durante la loro vacanza in medio oriente si stavano spostando dal sud al nord della Giordania. Il veicolo su cui viaggiavano - questa la prima ricostruzione non ancora confermata dalle autorità - sarebbe stato tamponato con violenza da un furgone.  
Intanto, si è già reso disponibile l'Ateneo perugino per trasportare e prendere in cura le due specializzande ferite, se nei prossimi giorni le loro condizioni dovessero migliorare. I loro genitori sono giunti ad Amman sabato sera.