Incidente in Giordania: gravissime le condizioni di un'altra umbra

Ancora da chiarire la dinamica dello scontro in cui ha perso la vita Lucia Menghini. Ieri sera a Foligno veglia di preghiera.

Incidente in Giordania: gravissime le condizioni di un'altra umbra
Facebook
Lucia Menghini

Sarebbero gravissime le condizioni di una delle due umbre coinvolte nell'incidente nel quale, venerdì, ha perso la vita Lucia Menghini, la 31-enne anestesista di Foligno in vacanza con le due amiche in Giordania. Le giovani sono ricoverate in terapia intensiva: ieri sera i genitori sono riusciti a partire per raggiungerle. L'ambasciata di Amman è in costante contatto con i familiari di Lucia. Il corpo della ragazza è ancora nelle disponibilità dell’autorità giudiziaria giordana che sta cercando di chiarire l'esatta dinamica dell'incidente, nella zona sud del Paese. Stando alle prime informazioni il fuoristrada sul quale viaggiavano le tre dottoresse potrebbe essersi ribaltato, ma non è ancora possibile sapere se alla guida ci fosse un autista o meno.

Ieri sera, intanto, Foligno si è stretta intorno alla famiglia di Lucia. I genitori hanno preso parte alla veglia di preghiera nella chiesa di San Paolo Apostolo, a pochi metri dalla casa dove la ragazza abitava con la famiglia. In una nota il sindaco della città Stefano Zuccarini ha espresso profondo cordoglio per la morte della giovane. “Ho appreso con profondo dispiacere della notizia della tragica morte della nostra giovane concittadina Lucia Menghini, rivolgo ai familiari, ai parenti ed agli amici tutti, le più sentite condoglianze, a nome mio, dell'Amministrazione Comunale e dell'intera Città di Foligno". 

Cordoglio è stato espresso anche dal direttore  generale della Usl Umbria 2 Massimo De Fino. La dottoressa Menghini aveva iniziato il tirocinio con noi a gennaio - dice la responsabile della struttura complessa di anestesia e Rianimazione dell'ospedale di Spoleto Marina Vissani - ricordiamo con affetto il suo dolce sorriso, i suoi modi gentili e garbati". 

Le tre ragazze in vacanza in Giordania sarebbero dovute rientrare in Italia oggi. 

 

Il servizio di Dario Tomassini