Pronti alla folle corsa

Il 15 maggio tornano i Ceri di Gubbio dopo due anni di stop. Mascherine obbligatorie per tutti, tranne i ceraioli

Pronti alla folle corsa
TGR
Tornano i Ceri

Ora c'è l'ufficialità. La corsa dei Ceri edizione 2022 ci sarà. Dopo due anni di stop causati dalla pandemia, Gubbio finalmente torna a immaginare un nuovo 15 maggio all'insegna della tradizione più sentita in assoluto da tutta la cittadinanza. Lo ha annunciato a Palazzo Pretorio lo stesso sindaco di Gubbio Filippo Stirati, dopo l'incontro del Comitato per la sicurezza e l'ordine Pubblico che si è svolto in Prefettura a Perugia. Sarà un'edizione comunque particolare visto il perdurare della circolazione del virus. Cancellati, infatti, tutti gli incontri conviviali al chiuso che tradizionalmente facevano da contorno alla Corsa durante la quale tutti -ad eccezione dei ceraioli -dovranno indossare mascherine FFP2. ‘’Siamo la prima grande manifestazione del folklore che riprende dopo l'emergenza - ha detto Stirati- non possiamo dare certo rappresentazione di una situazione che scappa di mano''.  Forte il richiamo alla responsabilità da parte del primo cittadino che ha voluto ringraziare questore, prefetto e commissario all'emergenza per la disponibilità dimostrata. E' un giorno importante - ha sottolineato anche  il presidente dell'Università dei Muratori Giuseppe Allegrucci- che premia la grande sinergia del lavoro fatto finora. Non sarà un tana libera tutti, ma un'occasione per dimostrare responsabilità e sobrietà.