Rapina ad Arrone: sui social le foto del bottino

I due arrestati erano già noti alle forze dell'ordine. Ricercato il terzo componente della banda

Rapina ad Arrone: sui social le foto del bottino
web
I due presunti autori del colpo ad Arrone

Arroganza dopo la rapina. Un sito di informazione ha scoperto sui social la foto postata dai due 18-enni arrestati per la rapina a mano armata al supermercato di Arrone. Nella foto pubblicata poche ore dopo, i due mostrano il dito medio e ostentano banconote. I presunti rapinatori sono entrati nel supermercato puntando la pistola contro il titolare, lo hanno colpito alla testa provocando una vasta ferita suturata con 30 punti, una volta a terra lo hanno colpito con calci e pugni. Ora si trovano nel carcere di Terni. Uno è residente a Terni, l’altro ad Arrone. Sono italiani di origine magrebina e albanese.
I Carabinieri del Comando Provinciale di Terni stanno cercando il terzo rapinatore ancora irreperibile. Le indagini si sono svolte molto rapidamente. Durante la fuga prima a piedi e poi in macchina, il terzetto ha lasciato reperti utili agli accertamenti tecnico scientifici: le impronte digitali sulla cassa svuotata, i vestiti abbandonati poco distante, l’auto presa a prestito da un conoscente. I CC sono risaliti al numero di targa grazie alla testimonianza di un residente che l’ha annotata vedendo qualcosa di sospetto in una via vicino al supermercato. Gli arrestati sono già noti alle forze dell'ordine, pochi mesi fa sono stati condannati per una violenta rapina commessa in un negozio di Rimini.

Antonio Barillari