Frutto del "lavoro" notturno dei ladri

Recuperata refurtiva per 30 mila euro rubata poche ore prima

L'ingente materiale ritrovato dagli agenti del commissariato di Orvieto. Preziosa la collaborazione di un cittadino. Ricercate due persone

Recuperata refurtiva per 30 mila euro rubata poche ore prima
Tgr Umbria

Ammonta ad oltre 30.000 euro il valore della refurtiva accumulata in una notte di “lavoro” dai ladri che hanno colpito ad Orvieto nei giorni scorsi. La loro azione è stata interrotta dagli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza che, coordinati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Terni, erano già sulle tracce di coloro che alla fine di marzo avevano aperto oltre 10 garage nel quartiere di Ciconia e ne avevano saccheggiato gli interni.

Grazie ad una attenta analisi delle immagini riprese dalle telecamere del sistema di videosorveglianza recentemente installate dal Comune di Orvieto, gli investigatori erano infatti riusciti a isolare la targa di una vettura la cui presenza in città nei giorni in cui era stata perpetrata una serie di furti aveva insospettito i poliziotti del commissariato. Nel corso di uno dei numerosi appostamenti notturni  programmati è stata individuata l'auto sulla quale si erano incentrate le ricerche. 

Dall’attività di polizia giudiziaria è emerso che due persone avevano rubato poco prima ad un cittadino orvietano una seconda auto; a bordo di essa ed all’interno dei due borsoni abbandonati nei pressi della vettura, veniva rinvenuto l’ingente risultato dei furti perpetrati nel corso della notte.  Gli inquirenti ritengono che senza l'intervento degli agenti  il bottino dell’azione notturna dei ladri sarebbe stato di una autovettura di grossa cilindrata e di un consistente numero di oggetti da lavoro meccanico, oltre a due gruppi elettrogeni rubati presso una nota azienda dell’orvietano per un valore complessivo di oltre 30.000 euro.

La Procura di Terni ha disposto la restituzione della merce rubata ai cittadini orvietani vittime dei furti che, convocati in Commissariato, nel giro di poche ore sono di nuovo entrati in possesso di quanto era stato loro sottratto. Le indagini svolte a seguito dell’operazione notturna degli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Orvieto hanno consentito di identificare e di denunciare i due presunti autori dei furti che sono tuttora ricercati su tutto il territorio nazionale.

Preziosa è stata anche la collaborazione di un cittadino che, mettendo a disposizione della polizia le proprie telecamere di sorveglianza, ha fornito indicazioni utili per ricostruire parte dell’attività dei due presunti ladri.

La Polizia di Stato sottolinea quanto la cooperazione con la società civile sia fondamentale per operazioni di questo genere e invita i cittadini a segnalare ogni situazione anomala o che comunque rappresenti un pericolo per il rispetto dalle norme che regolano il vivere sociale.