L'ex portiere ricoverato ad Alessandria

Tacconi: condizioni serie ma stazionarie

Colpito da un'emorragia celebrale, mentre era in Piemonte con il figlio Andrea

Tacconi: condizioni serie ma stazionarie
Lcc
Stefano Tacconi

“Condizioni serie ma stazionarie”. E' quanto emerge dal bollettino medico sulle condizioni di salute di Stefano Tacconi. 64 anni, ricoverato nel pomeriggio di venerdì, in prognosi riservata, all'ospedale di Alessandria. Tacconi, nato a Perugia, ha accusato un malore mentre si trovava ad Asti, ospite nell'ambito della rassegna 'La giornata delle figurine'. Stava partecipando in un ristorante della provincia a una cena di beneficenza in favore del comitato locale della Croce Rossa Italiana. L'ex calciatore, in compagnia di uno dei suoi figli, ha proseguito la serata in un locale da ballo nel centro della città. Trasportato d'urgenza all'ospedale 'Cardinal Massaia' di Asti, i medici dopo le prime cure hanno poi deciso di trasferirlo ad Alessandria, dove è ricoverato nel reparto di Neurochirurgia, in prognosi riservata. “Riprenditi papi, sei un leone, vincerai anche questa battaglia”, ha scritto su Instagram il figlio Andrea.

Intanto Andrea Barbanera, direttore della Struttura di Neurochirurgia dell’ospedale di Alessandria ha dichiarato “le condizioni sono apparse subito importanti e serie, abbiamo immediatamente svolto le indagini necessarie e un trattamento per evitare una seconda emorragia”.