Dimesso dall'ospedale il camionista aggredito

Era stato aggredito da un collega dopo una lite per una precedenza al carico merci

Dimesso dall'ospedale il camionista aggredito
ospedale pg
L'ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia

E' stato dimesso, con una prognosi iniziale di 30 giorni, il camionista trentanovenne di origine marocchina, residente a Deruta, mentre resta in carcere - all'esito dell'udienza di convalida - l'aggressore, un ventinovenne albanese residente in provincia di Terni accusato di averlo ferito a colpi di cacciavite per una questione di precedenza nelle operazioni di carico scarico. 
Alla vittima dell'aggressione è stato diagnosticato un trauma toracico da ferite da corpo contundente. L'episodio è accaduto nella zona industriale di Colombella, frazione alle porte di Perugia, venerdì scorso. La lite tra i due, dopo un primo battibecco, è degenerata quando l'albanese, che si era allontanato per qualche minuto, è tornato sui suoi passi, è salito sul rimorchio del collega e lo ha colpito per quattro volte al fianco col cacciavite.