Come aiutare i Comuni a intercettare i fondi

Non tutti i soggetti potenzialmente beneficiari dispongono di professionalità per gestire progetti importanti. Per questo nasce il bando “Attivamente” della Fondazione Cassa di risparmio di Perugia, rivolto agli enti pubblici

Come aiutare i Comuni a intercettare i fondi
Tgr
La presentazione di "Attivamente"

Anche l'Umbria beneficerà delle ingenti risorse del piano nazionale di ripresa e resilienza. Per intercettare i fondi europei, oltre a progetti validi, servono però capacità di programmazione, attuazione e monitoraggio. Non tutti i soggetti potenzialmente beneficiari dispongono tuttavia di professionalità per gestire progetti importanti. In questo contesto, nasce quindi il bando “Attivamente” della Fondazione Cassa di risparmio di Perugia, rivolto agli enti pubblici e del terzo settore del territorio. Obiettivo della Fondazione, che fra pochi giorni festeggerà i trenta anni dalla sua costituzione: contribuire a supportare le capacità progettuali per cogliere le opportunità offerte dal pnrr. AttivaMente ha ottenuto il patrocinio dell'Anci Umbria e della Regione. Fondamentale per gli enti locali sarà il supporto tecnico non solo per intercettare le risorse, ma anche per la rendicontazione che è la parte più complessa. "Il Pnrr e gli altri strumenti di finanziamento europei - afferma la presidente della Fondazione, Cristina Colaiacovo - rappresentano un'opportunità imperdibile di sviluppo e di crescita economica a lungo termine per il nostro Paese. In questo quadro gli enti locali territoriali e il Terzo settore svolgono un ruolo determinante per far sì che le risorse 'atterrino' nei territori producendo un reale effetto di sviluppo, in un'ottica di sostenibilità, digitalizzazione e inclusione. La nostra Fondazione, come del resto stanno facendo anche altre Fondazioni di origine bancaria in Italia, ha deciso di accompagnare gli enti in questa fase cruciale".

di Juri Guerranti