Molestie sessuali su minori: ex prete rinviato a giudizio

Avrebbe cercato di avere rapporti con gli ospiti di una struttura dell'orvietano, dalla quale era riuscito a farsi assumere nonostante i precedenti. Prima udienza il 20 settembre

Molestie sessuali su minori: ex prete rinviato a giudizio
Tgr
Il palazzo di giustizia di Terni

Atti sessuali con minorenni, prostituzione minorile e sostituzione di persona. Sono i reati dei quali dovrà rispondere il 59enne pisano Luca Galleschi, ex prete ridotto allo stato laicale nel 2004, rinviato a giudizio su richiesta del sostituto procuratore perugino Mara Pucci. Galleschi, che si fingeva prete e indossava l'abito talare, era riuscito a farsi assumere da una struttura di accoglienza a Villanova di Orvieto. Tre i giovani profughi africani, all'epoca dei fatti tutti minorenni, individuati come parti offese. Approfittando della sua posizione di responsabile educativo ed instaurando un clima di intimidazione nei confronti di giovani in condizioni di inferiorità fisica e psichica, Galleschi avrebbe molestato un ospite 17-enne, facendo continue proposte ad un altro giovane profugo con il quale avrebbe anche millantato contatti con il mondo della moda per convincerlo a sfilare nudo in privato, nel suo appartamento. "Vienimi a trovare e non perdere tempo, il tempo è denaro", questa la frase riportata negli atti. A Galleschi, già indagato in passato per prostituzione minorile e circonvenzione d'incapace, viene contestata anche la sostituzione di persona per aver finto di essere ancora prete. Secondo le indagini si era recato anche più volte in questura per il disbrigo delle pratiche di immigrazione. I fatti contestati vanno dal 2016 al 2018. L'ex prete assistito dall'avvocato Emilio Festa, dovrà comparire davanti al tribunale collegiale di Terni il 20 settembre prossimo per la prima udienza.