'Ndrangheta in Umbria, 9 condanne

Quasi 60 anni di carcere per 9 persone coinvolte nelle inchieste Infectio e Malapianta, responsabili di infiltrazioni criminose in Umbria. Risarcito il Comune di Perugia. In totale, 19 condanne e 80 anni di carcere.

'Ndrangheta in Umbria, 9 condanne
web
auto della polizia

Sono arrivate le sentenze per 9 degli imputati nei processi Malapianta e Infectio. Il tribunale di Crotone ha inflitto complessivamente quasi 60 anni di carcere ad esponenti della 'Ndrangheta che si stavano infiltrando nella provincia di Perugia. Le indagini erano iniziate nel 2019. L'uomo chiave dell'approdo criminoso in Umbria, secondo la DDA di Catanzaro, era Giovanni Benincasa, del clan di San Leonardo di Cutro. Per lui 17 anni e 2 mesi. Per gli altri, pene dai 13 anni ai 3 anni e 8 mesi. Tre indagati sono stati assolti. Il Comune di Perugia, parte civile nel processo, sarà risarcito insieme con il comune di Cutro, la Regione Calabria, Unicredit e alcune vittime di estorsione. Complessivamente, sono state inflitte 19 condanne.