Si fingono sordomuti per chiedere offerte

Due persone sono state denunciate dai carabinieri a Terni. Sono riuscite a raccogliere 15mila euro

Si fingono sordomuti per chiedere offerte
carabinieri
Finti sordomuti

Si fingevano sordomuti per chiedere insistentemente offerte in denaro e firme. Due persone sono state denunciate a piede libero dagli uomini del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Terni per i reati di “truffa aggravata in concorso” e di “contraffazione, alterazione o uso di marchi o segni distintivi ovvero di brevetti, modelli e disegni in concorso. Si tratta di un due cittadini giovani di origini romene che all'interno del Centro Commerciale “Cospea Village" di Terni fingevano di non poter parlare e sentire e presentavano un  foglio con scritto “certificato regionale per persone non udenti e fisicamente disabili e desideriamo aprire un centro internazionale per bambini poveri grazie mille”. Con fare insistente chiedevano firme e offerte. I militari, intervenuti in borghese, li hanno fermati e identificati. Dalla successiva visione delle videoregistrazioni dell’impianto di videosorveglianza del centro commerciale e dall’ esame del foglio utilizzato per chiedere denaro agli ignari avventori dell’esercizio commerciale, si è appurato che le donazioni raccolte dai due, in realtà perfettamente in salute, ammontano 15.000€. Sul foglio sottoposto a sequestro appaiono inoltre simboli di associazioni benefiche realmente esistenti, ignare della truffa, alcune delle quali si occupano di certificare strutture ricettive per soggetti affetti da disabilità.